DSC06611 2N A T U R E

La nostra terra, quella delIa Conegliano Valdobbiadene, e dove tutto ha inizio ed il DOCG Prosecco Superiore nasce, i suoi punti riconoscitivi sono la freschezza, l’aromaticità e il sentore fruttato di mela e pera.

Le uve vengono vinificate secondo la classica vinificazione in bianco.

La spumantizzazione avviene secondo il Metodo Italiano (Martinotti – Charmat) rielaborato dalla Scuola Enologica di Conegliano in un sistema che prevede l’introduzione del vino insieme a zucchero e lieviti selezionati nelle autoclavi, quindi parte una rifermentazione di almeno 30 giorni.

Le “bollicine” del Prosecco Superiore sono il frutto delicato dello scorrere del tempo, infatti noi adottiamo tutta la classicità che il prodotto deve preservare aggiungendo l’innovatività di una squadra giovane, da qui la scelta di tenere un livello zuccherino inferiore in tutti i prodotti e una maggior durata nel processo di rifermentazione nelle autoclavi, questo metodo ci garantisce una maggior stabilità del prodotto che acquisisce profumi più delicate ed un perlage fino e persistente.

Oggi il nome Prosecco DOC definisce la produzione di un territorio molto ampio, distribuito su nove province e due regioni, Veneto e Friuli Venezia Giulia, il nostro proviene da uve coltivate secondo rigidi parametri per la salvaguardia dell’ambiente e del consumatore e, come punto fermo, la nostra priorità è quello di tenere sempre la massima qualità in tutti i processi prima di arrivare al prodotto finale.

La denominazione CONEGLIANO VALDOBBIADENE DOCG PROSECCO SUPERIORE contraddistingue invece i vini prodotti unicamente sui ripidi versanti delle colline dei quindici comuni e secondo il disciplinare più restrittivo.